homepagehomepage
cos'è e cosa fa cittadellarte
  • cittadellarte
  • i nuclei operativi di cittadellarte
  • uffiZi
  • progetti ed eventi per una trasformazione sociale responsabile
  • attività
  • il giornale di cittadellarte
  • news
  • galleria multimediale
  • media
  • cerca
  • News
    Iscrizione alla newsletter

    inserire il proprio indirizzo e-mail:

    nome:

    cognome:





    Ai sensi dell'art. 13 del nuovo codice sulla privacy (D. Lgs. 196 del 30 Giugno 2003), le e-mail informative possono essere inviate solo con il consenso del destinatario.Iscrivendosi al servizio gratuito, il Suo indirizzo e-mail si trovera' nella mailing list di Cittadellarte.Le informative hanno carattere periodico e sono comunicate individualmente ai singoli interessati, anche se trattate con l'ausilio di spedizioni collettive. Le assicuriamo che i Suoi dati saranno da noi trattati con riservatezza e non verranno divulgati.In ogni momento sara' inoltre possibile chiedere di essere rimossi dalla nostra mailing list inviando una e-mail con oggetto ''Cancellami'' all'indirizzo dal quale le informative Le verranno recapitate. Una non risposta varra' come consenso alla spedizione delle nostre comunicazioni.
    Visible Award: la quarta edizione in programma al Queens Museum di New York il 2 dicembre 2017
    news inserita da Redazione, 22/11/2017
     
     
    Visible Award: quarta edizione
    al Queens Museum di New York il 2 dicembre 2017


    Il Queens Museum ospiterà una giornata di giuria pubblica che riunirà artisti, esperti, esponenti del pubblico in generale e fruitori di arte socialmente impegnata per valutare i meriti di nove progetti artistici selezionati e determinare il vincitore del'Award di € 25.000. 
    Per la prima volta nella storia, il Visible Award presenterà il suo quarto Temporary Parliament negli Stati Uniti, al Queens Museum, il 2 dicembre 2017, dalle 10:00 alle 18:00.
     
     
    L'evento, gratuito e aperto al pubblico, convocherà un Temporary Parliament (Parlamento Temporaneo) che coinvolgerà il pubblico con i nove progetti artistici selezionati per il premio di quest'anno. Il pubblico insieme a esperti ospiti provenienti da diversi settori si riuniranno per seguire presentazioni, discussioni e dibattiti, seguiti da un voto aperto che determinerà il vincitore del Visible Award 2017.
    L'Award sarà presentato da Michelangelo Pistoletto, direttore artistico di Cittadellarte, che ha ideato l'evento insieme a Fondazione Zegna. Quest'anno, il Premio sarà presieduto da Laura Raicovich, Direttrice del Queens Museum, che condurrà il dibattito con Matteo Lucchetti e Judith Wielander, co-direttori di Visible, e Elvira Dyangani Ose, Senior Curator presso Creative Time, che presenterà tutti i progetti. 
    I video dei nove progetti selezionati sono visibili al pubblico prima della riunione del Temporary Parliament sul sito web di Visible.
     
    Il Visible Award (Cittadellarte - Fondazione Pistoletto e Fondazione Zegna) è il primo premio europeo che sostiene la pratica artistica socialmente impegnata in un contesto globale e intende offrire una piattaforma per progetti innovativi che abbiano la possibilità di diventare visibili in campi diversi da quelli artistici. L'approccio di Visible sin dall'inizio è stato unico, scegliendo il formato della giuria pubblica già dall'Award 2013 al Van Abbemuseum di Eindhoven. Successivamente, nel 2015, il premio è stato organizzato in collaborazione con la Tate Liverpool presso la sede del Consiglio comunale di Liverpool, dove è stata inaugurata la formula del Temporary Parliament. Il coinvolgimento del pubblico nella valutazione e nella votazione dei progetti artistici ha trasformato l'Award in un'occasione di apprendimento collettivo e di indagine sui temi stimolati dai progetti. 

    Il Queens Museum ha da lunga data un'attenzione speciale per l'arte socialmente impegnata, e il New York City Building è stato il luogo delle prime riunioni delle Nazioni Unite dal 1946 al 1950, rendendolo ideale per ospitare il Temporary Parliament di Visible. Quest'aspetto è stato determinante nello scegliere il Queens Museum come partner e influenzerà il design dello spazio fisico che ospiterà il Parlamento. Il design sarà a cura dello studio londinese The Decorators.
     
    I seguenti nove progetti sono stati selezionati partendo da una lista di 60, segnalati dall'advisory board 2017 di Visible advisory board. 
    I progetti sono: 
    • The School of Engaged Art di Chto Delat (Saint Petersburg, Russia), proposto da Martina Angelotti; 
    • Brigada Puerta de Tierra di Jesús ‘Bubu’ Negrón e Luis Agosto-Leduc (San Juan, Puerto Rico), proposto da Julia Morandeira; 
    • Hunger, Inc. di Elia Nurvista (Yogyakarta, Indonesia), proposto da Tang Fu Kuen; 
    • Sakiya – Art/Science/Agriculture di Nida Sinnokrot (Ramallah, Palestine), proposto da Nat Muller; 
    • The Reading Room di Narawan Kyo Pathomvat (Bangkok, Thailand), proposto da Simon Soon e Tang Fu Kuen; 
    • Inhabitants by Pedro Neves Marques and Mariana Silva (New York, USA), proposto da Margarida Mendes; 
    • Cercle d’Art des Travailleurs de Plantation Congolaise di Renzo Martens (Former Unilever Palm Oil Plantation, Lusanga, Democratic Republic of the Congo), proposto da Victoria Ivanova; 
    • Social Botany, Land and Turf di Xu Tan, (New York, US; Shenzhen, China), proposto da Xiaoyu Weng; 
    • IsumaTV di Zacharias Kunuk (Igloolik Hamlet, North Baffin Island, Canadian Arctic Archipelago), proposto da Candice Hopkins. 

    La giuria come Parlamento Temporaneo non è semplicemente un dialogo tra esperti, al fine di selezionare un progetto artistico socialmente impegnato, ma è anche un momento per condividere la conoscenza e per l'apprendimento collettivo. Nel processo di valutazione del progetto vincitore, la giuria offrirà anche l'opportunità di approfondire il dibattito sull'impegno artistico nel pubblico dominio.
    ISe vuoi partecipare per favore registrati qui.
     
    Visible Advisory Board 2017:
    Amanda Abi Khalil (Lebanon), Hoor Al-Qasimi (UAE), Yazid Anani (Palestine), Martina Angelotti (Italy), Ethel Baraona (Spain), Eva Barois de Caevel (France/Senegal), Michael Birchall (UK), Osei Bonsu (Ghana/UK), Gregory Castera (France), Iliana Fokianaki (Greece), Gilly Karjevsky (Israel/Germany), Sohrab Kashani (Iran), Tang Fu Kuen (Singapore/Thailand), Amanda de la Garza Mata (Mexico), Natasha Ginwala (India), Cecilia Guida (Italy), Candice Hopkins (New Mexico/Canada), Victoria Ivanova (Ukraine), Qinyi Lim (Hong Kong), Vuth Lyno (Cambodia), Camila Marambio (Chile), Renée Mboya (Kenya), Margarida Mendes (Portugal), Julia Morandeira (Spain), Manuela Moscoso (Ecuador/Brazil), Nat Muller (The Netherlands), Bavisha Panchia (South Africa), Pablo José Ramírez (Guatemala), Francesco Scasciamacchia (Mexico/Italy), Moses Serubiri (Uganda), Simon Soon (Malaysia), Anne Szefer Karlsen (Norway), TOK.
     
     
    A proposito di Visible 
    Visible è un progetto di ricerca sull'arte contemporanea dedicato a produrre e sostenere pratiche artistiche socialmente impegnate in un contesto globale. Attivo dal 2010, ha adottato un approccio globale e interdisciplinare alla ricerca sugli spazi fisici e teorici attraverso cui queste pratiche influenzano la società. Nel 2011 Visible ha dato vita al Visible Award; il premio - a cadenza biennale - è il primo premio europeo dedicato alle pratiche artistiche socialmente impegnate. In quanto istituzione nomade, Visible ha lavorato con diversi contesti, collaborazioni e istituzioni, tra cui Tate, Liverpool; Creative Time, New York; Van Abbemuseum, Eindhoven; Kunsthaus, Graz; Kadist Art Foundation, San Francisco; Centre for Historical Reenactments, Johannesburg; The Serpentine Galleries, London e la Fondation Lafayette, Parigi. Visible fa parte dell'Extended Network of Public Art Producers (ENPAP). Il progetto Visible è diretto da Matteo Lucchetti e Judith Wielander, ed è stato avviato da Cittadellarte - Fondazione Pistoletto in collaborazione con Fondazione Zegna. 
    Scopri visibleproject.org   |   Follow at @visibleproject

    Archivio progetti: www.visibleproject.org/blog/research-overview/ 

     
    A proposito del Queens Museum 
    Il Queens Museum di Flushing Meadows (Corona Park) offre arte contemporanea, eventi di impatto tanto locale quanto internazionale e programmi educativi che riflettono la diversità di Queens e di New York stessa. Le mostre temporanee presentano il lavoro di artisti emergenti e affermati, sia locali che globali, che spesso esplorano temi sociali contemporanei e la ricca storia della sua sede. Nel novembre 2013, il museo ha riaperto con una superficie portata a 105.000 metri quadrati, un luminoso atrio in cima, una serie di gallerie illuminate dalla luce naturale, nove studi di artisti e spazi per eventi. Il museo lavora al di fuori delle sue mura attraverso varie iniziative di coinvolgimento che spaziano dalla comunicazione in più lingue a opportunità educative per immigrati adulti, a un gran nuemro di progetti di arte e di attivazione guidati dalla comunità.  La programmazione educativa del museo si indirizza a studenti, adolescenti, famiglie, anziani e persone con disabilità fisiche e mentali. Il Queens Museum è situato in un'area di proprietà della città di New York, e la sua gestione è in parte sostenuta dai fondi pubblici provenienti dal New York City Department of Cultural Affairs.
    Visita queensmuseum.org   |   Follow at @QueensMuseum