homepagehomepage
cos'è e cosa fa cittadellarte
  • cittadellarte
  • i nuclei operativi di cittadellarte
  • uffiZi
  • progetti ed eventi per una trasformazione sociale responsabile
  • attivit√†
  • il giornale di cittadellarte
  • news
  • galleria multimediale
  • media
  • cerca
  • News
    Iscrizione alla newsletter

    inserire il proprio indirizzo e-mail:

    nome:

    cognome:





    Ai sensi dell'art. 13 del nuovo codice sulla privacy (D. Lgs. 196 del 30 Giugno 2003), le e-mail informative possono essere inviate solo con il consenso del destinatario.Iscrivendosi al servizio gratuito, il Suo indirizzo e-mail si trovera' nella mailing list di Cittadellarte.Le informative hanno carattere periodico e sono comunicate individualmente ai singoli interessati, anche se trattate con l'ausilio di spedizioni collettive. Le assicuriamo che i Suoi dati saranno da noi trattati con riservatezza e non verranno divulgati.In ogni momento sara' inoltre possibile chiedere di essere rimossi dalla nostra mailing list inviando una e-mail con oggetto ''Cancellami'' all'indirizzo dal quale le informative Le verranno recapitate. Una non risposta varra' come consenso alla spedizione delle nostre comunicazioni.
    Ars Captiva a Cittadellarte, a partire dal 12 novembre 2009
    news inserita da Redazione, 04/11/2009
    L’iniziativa regionale approda nel territorio biellese grazie alla mediazione del Liceo Artistico “G & Q Sella”.
    Prende il via alla Fondazione Pistoletto alle ore 18,00 di giovedì 12 novembre e fino a domenica 22 novembre la retrospettiva della mostra Ars Captiva, promossa dal Comitato Creo, che ha avuto nelle ex-carceri Le Nuove di Torino la propria sede elettiva.
    La retrospettiva biellese è stata caldeggiata dal Liceo Artistico “G & Q Sella” che alla manifestazione torinese dell’aprile/maggio scorsi aveva partecipato allestendo ed esponendo due delle cinque opere realizzate dagli allievi delle classi 4F e 4 G.

    Il progetto Ars Captiva (in latino “captivus” vuol dire “prigioniero”, dunque arte “incarcerata”, “reclusa” in spazi adibiti, in un tempo non così remoto, alla funzione detentiva e punitiva) intende offrire la possibilità agli allievi delle scuole di indirizzo artistico di esprimere in concreto le proprie esigenze di visibilità e di autorealizzazione, puntando sull’innato e ancestrale potere creativo dell’arte che motiva e libera e, per questo, svolge un ruolo determinante in ogni processo di crescita.

    La rassegna è una raccolta fotografica delle opere nate dalla suggestione esercitata sui giovani artisti piemontesi dai luoghi penitenziali.
    Il tema che ha dato il titolo ad Ars Captiva 2009 è il contrasto horror vacui-horror pleni, inteso come simbolo della possibilità di riattivare quegli spazi vuoti e impersonali attraverso la proiezione della fantasia creativa e dell’immaginazione, gli unici strumenti che permettono a giovani e non di “liberarsi” dai vincoli della convenzionalità, della omologazione dilagante che ottunde il pensiero, per fare “evadere” l’unicità dell’individuo molto spesso compressa e irretita nelle maglie di una società consumistica e spersonalizzante.

    “L’obiettivo che la retrospettiva biellese intende perseguire – dice la coordinatrice del Progetto prof. Nadia Landrino - è quello di raccontare per immagini a un pubblico eterogeneo gli aspetti positivi dell’esperienza”.


    Programma:


    L’esposizione sarà inaugurata con un vernissage al quale farà seguito il workshop Arte sostenibile, a cura dei ragazzi del Liceo Artistico di Biella in collaborazione con l’associazione ReMida – Centro di Riuso Creativo di Cittadellarte.

    Saranno, inoltre, attivati, durante il periodo della rassegna, laboratori creativi per le scuole del territorio: i laboratori centrati sulla sostenibilità sociale ed ambientale delle proposte artistiche, elemento fondante della ‘filosofia’ della Fondazione Pistoletto, si potranno prenotare presso la Fondazione stessa con il contributo simbolico di € 1,00 a persona e si terranno nei giorni venerdì 13 novembre 2009 e venerdì 20 novembre 2009.

    Per Informazioni e accoglienza:
    Bookshop-Store
    Tel. 015 0991461
    oppure
    store@cittadellarte.it


    Apertura mostre Cittadellarte:
    ven.16.30-19.30
    sab. e dom. 10.00-19.30
    Apertura Store dal martedì alla domenica 10.00-19.30
    Apertura magazzino emporio ReMidaBiella: tutti i martedì dalle 10.00 alle 17.30